"IN MINUSCULE ANFORE..." TINY AMPHORAS
Maria Luisa Spaziani trans. Lynne Lawner

In minuscule anfore io offrivo
i miei mali alla dea della Pazienza.
Ma ora ci vorrebbe una tinozza
Per contenere l'ultimo.

L'ultimo non ha nome, non si trova
mai nella fila dei vocabolari.
È fatto d'aria, è inesistente, ma
sembra l'aria compressa di un fucile.

Questo silenzio ci condanna entrambi.
Tu renitente ad un supremo gioco.
Io stupida adorante coi suoi fiori,
che non ha visto che l'altare è vuoto.

I offered my suffering to the Goddess
of Patience in tiny amphoras.
Risht now you'd need a bucket
to hold the latest pain.

Since it has no name,
you can't find this pain in dictionaries.
Airy and inconsistent, it's more like air
compressed inside a gun.

This silence between us condemns us,
you refusing to play the sublime game,
I the priestess bearing flowers
to an altar she discovers is empty.

Copyright © Mondadori Editore & Maria Luisa Spaziani 1954-2006: trans. copyright © Lynne Lawner 2009 - publ. ChelseaEditions, 2010


...buy this book
next
index
translator's next