QUELLA CRUDEL STAGION ...
OF THE LAST JUDGMENT
Onesto di Boncima tr. Dante Gabriel Rossetti
Quella crudel stagion, che a giudicare
Verrà il nostro Signor tutto lo mondo;
E non sarà alcun uom, che consolare
Possa il suo cor, e quanto vuol sia mondo.
Che'l tremerà la terra e lo mare,
Ed aprirassi il Ciel per lo gran pondo;
E vorrà il giusto volentier campare;
E dirà il peccator, dove mi ascondo?
E non sarà nessun Angel divino,
Che non abbia paura di quell'ira,
Fuor che la Vergin Donna, nostra guida.
Or com'farò, che di peccar non fino
Ell'è simile che son presso a sira
Se li suoi giusti preghi non m'aida.
Upon that cruel season when our Lord
Shall come to judge the world eternally;
When to no man shall anything afford
Peace in the heart, how pure soe'er it be;
When heaven shall break asunder at His word,
With a great trembling of the earth and sea;
When even the just shall fear the dreadful sword, -
The wicked crying, "Where shall I cover me?" -
When no one angel in His presence stands
10 That shall not be affrighted of that wrath,
Except the Virgin Lady, she our guide; -
How shall I then escape, whom sin commands?
Out and alas on me! There is no path
If in her prayers I be not justified.

next
index
translator's next